FUNZIONALE E NON SOLO
1628337190204 (1)
Flow1
1628337190199 (1)
1628337190214 (1)
1628337190194 (1)
1628337190209 (1)

ISTRUTTORE Emanuele

GIORNI MAR e GIO dalle 17

FUNZIONALE 

La preparazione muscolare "deve" avere un approccio in un'ottica di globalità.

Il concetto di allenamento è troppo spesso considerato "lineare", nel senso che si va a creare un condizionamento di quel distretto muscolare con il solo scopo di aumentare la capacità dello stesso di esprimere maggiore "forza", ma … un soggetto qualunque svolge svariati movimenti nello spazio che gli permettono di impostare qualsiasi tipo di relazione con l'ambiente circostante.

È qui che entra in gioco in concetto di "Ginnastica Funzionale Globale" o dai suoi pionieri il "Functional Training". A mio avviso una definizione per  tale metodologia può essere la seguente:

"la massima espressione del  controllo del corpo nello spazio con ricorso ad elevate capacità stabilizzanti e adattative a sollecitazioni imposte dal contesto esercizio."

In altre parole è una continua ricerca di equilibrio che utilizza come strumento di base la propriocezione attraverso tutta una serie di muscoli profondi intrinsechi alle articolazioni, per il mantenimento della posizione durante l'esecuzione del movimento.

Le sollecitazioni di questi muscoli profondi, incrementeranno le potenzialità di un gesto atletico, il quale senza l'ausilio di questi "stabilizzatori" potrebbe risultare carente.

Nell'allenamento funzionale si cerca quindi la stabilizzazione reclutando quei muscoli che in esercizi classici intervengono in percentuali molto ridotte o quasi nulle.


Come si svolge la lezione?
Si lavora su esercizi fondamentali del corpo libero
(Trazioni, Piegamenti, Dips, Accosciate, Core stability e Isometrie) utilizzando anche attrezzi come gli anelli e le parallele.
Si utilizzano protocolli a circuito per il condizionamento della forza e la stabilità articolare, con progressioni e regressioni degli esercizi a seconda del proprio livello, sfruttando così al meglio il proprio peso corporeo.


FloWMoving
Si lavora principalmente su sequenze di movimento sempre diverse, a terra ed in piedi, sui 3 piani dimensionali, frontale, sagittale e trasversale.
Attraverso l'apprendimento del movimento si stimolano le capacità motorie coordinative e propriocettive, la resistenza e la reattività fisica, la sinergia muscolare delle catene cinetiche, la mobilità articolare e la connessione fra mente e corpo ricercando appunto lo stato di Flow.


Allenamento Metabolico
È un allenamento di condizionamento generale e cardiovascolare, si usano protocolli a circuito (Circuit Training, Tabata, Emom, Amrap ecc) con esercizi prevalentemente a corpo libero e l'utilizzo a volte di piccoli attrezzi (loop band, Jump box ecc).
Si ricerca il miglioramento del livello fitness generale dell'individuo, stimolando le capacità metaboliche e la tonicità muscolare.

Emanuele Gervasoni ha praticato diversi sport fin dall'adolescenza, tra cui Basket, Judo e Windsurf; crescendo si accorge di preferire gli sport individuali in cui si compete soprattutto con i propri limiti mentali e fisici, e che portano ad una crescita più personale dell'individuo, rispetto agli sport di squadra e di combattimento.
Nel 2013 sboccia l'amore per l'Arrampicata sportiva e qualche anno più tardi comincia ad insegnarla, iniziando una collaborazione con la Fire Rock.
Con questa nuova passione da coltivare, che combina l'aspetto Fisico, Tecnico e Mentale egualmente fondamentali, si consolida l'esigenza di allenamenti specifici e mirati a migliorarsi nei singoli aspetti.
Si appassiona così ad altre e diverse attività sportive: slackline e verticalismo per migliorare nell'equilibrio e nella propriocezione, body weight e funzionale per il condizionamento generale, flow, yoga e running per lavorare sull'aspetto mentale e spirituale, coordinativo e di sinergia muscolare, cardiovascolare e di mobilità articolare.
Nel 2018 si qualifica presso l'S.N.P.T (Scuola Nazionale Personal Training) prima "Assistente di sala" e subito dopo "Personal Trainer EQF level 4", continua la sua formazione frequentando i workshop di:
• Body weight & Functional Equipment,
• Kettlebell Training
• Suspension Training
e diventa: "Performance Specialist", successivamente frequenta i workshop di:
• PNF (Proprioceptive Neuromuscolar Facilitation), SMR (Self Myofascial Release) & Mobilty,
• Dynamic & Posture stability,
• Run Better
diventando anche
"Wellness Specialist".
Queste 2 specializzazioni e un ulteriore workshop di Coaching gli valgono la nomina di "Elite Trainer".
Prosegue la sua ricerca e formazione, perché convinto che continuare ad imparare, renda degli insegnanti migliori.